Link a siti web e magazine online dedicati alle tartarughe d’acqua dolce

Posted on

Si possono ammalare i pesci tropicali sia di acqua dolce sia di acqua salata, ma sono richiesti diversi trattamenti in base allo specifico ecosistema e i relativi abitanti.

Lascia il sale nell’acquario di acqua dolce per 10 giorni. Coccidi I coccidi sono parassiti microscopici, molto rari e considerati non patogeni nelle tartarughe terrestri e d’acqua dolce. … Sono un indicatore dello stato di salute delle acque dolci della Terra. I Gechi sono dei rettili molto comuni in tutte le aree temperate e tropicali della Terra, sono simili a piccole lucertole. Anche se si è adattato bene all’acqua dolce, è in realtà un pesce d’acqua salmastra. Come tutti i poecilidi anche i platy sono facili da riprodurre, avendo sempre cura di inserire in acquario una giusta proporzione di maschi e femmine. Sono pesci di superficie, e tendono infatti a occupare la parte superiore dell’acquario. Ricordate che non sono pesci pulitori: non saranno loro a tenere pulito il fondo dell’acquario. In questo articolo non abbiamo parlato di quella che possiamo considerare la specie regina degli acquari d’acqua dolce: i Discus.

Worm – Verme d’acqua dolce pescato in palude

  • la respirazione accelerata (parassiti alle branchie) ;
  • comportamenti anomali come lo strofinio su oggetti ed il nuoto a scatti (parassiti della pelle);
  • nervosismo, timidezza e apatia (anche vermi e flagellati intestinali).

Alcune specie rimangono di taglia piccola, altre anche in acquario diventano troppo grandi e si trasformano in autentici killer pronti a predare pesci e invertebrati.

Sono autentici divoratori d’Aiptasie, gli anemoni infestanti dai quali dovremmo sempre mantenere pulito il nostro acquario. Specie valide per il nostro acquario sono Holothuria edulis, H. hilla, H. impatients e, in particolare, H. pervicax. sono stato via per lavoro e posso rispondere solo oggi….ma ho importanti novità…….i vermetti neri nel filtro sono tornati (proprio non riesco a fargli foto decenti). – LE UNGHIE (solo per le specie d’acqua): le tartarughe acquatiche di genere maschile hanno le unghie delle zampe anteriori più lunghe. La tartaruga marina è connessa all’acqua, quindi alla parte emotiva della tua interiorità; è simbolo di fertilità e creatività, per cui è in genere di buon auspicio. Poiché l’acqua è simbolo dell’inconscio, delle emozioni e della figura femminile e materna, anche nei pesci ritroviamo questi significati simbolici. I pesci ricorrono spesso nei sogni delle donne in gravidanza, perché rappresentano il bambino che si sta formando nel loro ventre, immerso nel liquido amniotico come un pesciolino in acqua. Ottimi sono pesce d’acqua dolce, molluschi, lombrichi, lumache, pellet integrati con vitamine, carote, lattuga romana, fagiolini, tarassaco, spinaci, trifoglio ecc. In natura le tartarughe cacciano continuamente tutto ciò che si trova nel loro habitat: pesci d’acqua dolce (alborelle, acquadelle, trote), insetti, molluschi, vermi, girini, anfibi e piante acquatiche.

Le ciliegie sono il frutto dolce tipico della stagione primaverile, contengono numerose sostanze che conferiscono importanti proprietà anti-infiammatorie e anti-ossidanti. Scopriamo tutte le proprietà e i benefici delle ciliegie.

  • Api
  • Bigattini e simili (Sacophaga carnaria e Lucilia caesar)
  • Bombi
  • Cimici delle piante
  • Dorifore delle patate
  • Formiche
  • Lucciole
  • Mantidi
  • Vespe

In realtà molti nematodi sono parassiti, anche dei pesci, ma in acquario sono così improbabili che mi sembra strano siano loro…

Stylaria lacustris, un comune oligochete d’acqua dolce appare biancastro e molto sottile, però forse non così sottile come dici tu. In acquario non sono comunissimi ma non è nemmeno da escludere che possa trattarsi di questi. Per questo motivo spesso i vermi della tenia sono visibili ad occhio nudo, come semetti biancastri, intorno all’ano del gatto, dove possono dare luogo a blande irritazioni. Inutile dire che senza i batteri non ci sarebbe vita, è grazie a loro se possiamo ospitare e ammirare le bellissime specie d’acqua dolce che popolano il mondo. L’acqua della vasca di una tartaruga dovrebbe essere tra i 21 ed i 26 gradi, a seconda della specie di tartaruga. Anche se derivano da climi semi aridi, alle tartarughe di terra l’acqua non deve mai mancare, altrimenti possono andare incontro a disidratazione cronica, causa di danni renali irreversibili. Alcuni tra i Platelminti sono inoltre responsabili di malattie dei pesci come per esempio “la malattia dei puntini neri”. Gli Pseudocerotidi sono tutti carnivori e sopravvivono in acquario se posso soddisfare le loro esigenze nutrizionali, delle quali tuttavia non si sa molto. Se il danno e’ stato fatto, e avete gia’ una tartaruga d’acqua dolce in casa, e’ essenziale che sappiate come fare in modo che non muoia.

Cosa fare in quanto proprietari quando ci accorgiamo che la nostra tartaruga d’acqua sta male? Ecco qualche consiglio su cosa fare e cosa non fare.

  • La quantità di cibo di cui necessitano può variare da stagione a stagione.

Le daphnie sono dei piccoli crostacei che popolano gli specchi d’acqua ferma, molto spesso stagnante.

Sono dei filtratori, si nutrono delle microscopiche particelle presenti in acqua, come ad esempio alghe unicellulari. Spesso vengono portate in acquario con le piante, principalmente con il muschio, ed essendo notturni è facile vederli strisciare sui vetri e sul fondo quando le luci sono spente. Poi possiamo trovare anche i Copepodi, anche loro sono dei piccolissimi crostacei, difficilmente superano i 2 mm di grandezza e si trovano sia in acqua dolce che in acqua marina. Recentemente ci sono degli esperimenti nei quali si utilizzano questi animali per la lotta biologica alle zanzare, in quanto dovrebbero predare le larve di zanzara in acqua. Capita spesso di trovarli nelle fontane, negli stagni e anche in acquario ci sono discrete probabilità di vederli. Altri crostacei, un pochino più grandi, sono i Gammarus, conosciuti perchè costituiscono il cibo secco commerciale delle tartarughe d’acqua. Anche loro sono poco adatte per l’insediamento di una colonia autonoma in acquario. Stiamo parlando di organismi microscopici, come ad esempio i Parameci e i Rotiferi, anche se questi ultimi a volte sono osservabili come una polverina leggera in acqua. In acquario si formano spontaneamente dopo qualche tempo, ma la loro presenza non sarà mai massiccia come quella in colture apposite.

Sognare pesci che nuotano in acqua (mare, acquario ecc)

E’ buona norma utilizzare pesce di acqua dolce, saltuariamente può essere somministrato anche pesce di mare.

Ricapitolando, potete aggiungere occasionalmente alla dieta delle vostre tartarughe d’acqua, questi insetti: Importante ricordarci sempre, in caso di dubbio, di non dare insetti sconosciuti perché potrebbero essere velenosi. Si tratta di una moltitudine di batteri che non si sono fissati ancora nei materiali del filtro, una volta che questi si saranno fissati l’acqua tornerà limpida. Una vasca con acqua ambrata dai legni, fonte: forum AP Mi sono comparse delle muffe sui legni, cosa devo fare? Per ogni dubbio o necessità di aiuto potete rivolgervi al forum, sezione “il mio primo acquario di acqua dolce“. Pulizia Le tartaruga di terra è un animale autonomo, necessita solo di acqua e cibo, non necessita di una particolare pulizia. molto, quindi è necessario cambiare l’ acqua più spesso, anche tutti i giorni! perche’ la temperatura dell’ acquario e’ bassa o sono sottoposte a correnti Insetti In natura o nel laghetto e da fornire nell’acquario è possibile che si nutrino anche di insetti e le loro larve. Differenti animali come le oche, tartarughe marine e lupi sono noti per spostarsi utilizzando il campo magnetico della Terra.