Quali sono i principali sintomi della presenza dei vermi? (Parte 1)

Posted on

Questi fori serviranno a fornire il necessario quantitativo di aria al compost e ne accellererà il processo e sopratutto evita i ristagni maleodoranti di acqua.

  • se qualche goccia scende tra le dita e il materiale non si disperde quando aprite la mano, il     compost ha una buona umidità. A fine processo, quando gli elementi saranno destrutturati, i vermi del compost si faranno carico dell’aerazione interna. Ogni rivoltamento rivitalizza il compost, dando un’ulteriore carica al processo biologico. Al termine di questa prima fase, la temperatura tende progressivamente a diminuire, fino ad attestarsi, nel compost maturo, su valori prossimi a quelli ambientali. Per evitare di utilizzare il compost con le uova, che si presentano di forma sferica, chiara e riunite a grappoli, occorre cercarle e eliminarle prima dell’uso del terriccio. Dopo 5 ÷ 7 mesi il compost è PRONTO , più stabile grazie alla minore attività biologica, può essere impiegato nell’orto e nel giardino prima della semina o del trapianto. Dopo 10 ÷ 12 mesi il compost è MATURO ; terminata la trasformazione biologica, il prodotto è stabile e adatto per il contatto diretto con le radici e con i semi. Quando il compost è giunto a maturazione si presenta come un terriccio soffice, scuro e poroso, con un gradevole odore di terriccio di bosco. Come usare il compost Il compost, una volta pronto, sarà utilizzato come ammendante per il suolo.

Quali sono i principali sintomi della presenza dei vermi?

  • agrumi,
  • materiali troppo fibrosi,
  • cipolle e aglio,
  • lieviti,
  • muffe, funghi,
  • carne o pesce, grassi animali o prodotti caseari.

Il compost può anche essere usato come pacciamante per circa 2 cm di spessore ai piedi di alcune piante dell’orto (pomodori, cetrioli, zucche, fragole,…).

L’ideale sarebbe avere a disposizione un paio di secchi di compost (se un amico o un vicino lo avesse già pronto) e incorporarli all’inizio del processo di compostaggio. Le ortiche non vanno aggiunte in fiore, poichè se il compost non si riscalda a sufficienza da uccidere i semi, l’anno successivo avrete un campo d’ortiche sul vostro terreno. Quelle che hanno fatto i semi possono sopravvivere a temperature fino a 60°C e un cumulo di compost domestico ben caldo arriva difficilmente a queste temperature in modo uniforme. Le erbe infestanti che si distruggono difficilmente, come la gramigna e il convolvolo, non devono essere messi nel compost. Posso mettere delle bucce di agrumi nel compost? In ogni modo la presenza nel compost di numerosi lombrichi e d’altri organismi detrivori é un buon indicatore biologico della salubrità del compost stesso. I trucioli di legno delle sfrondature possono essere utilizzati nel compost? La segatura e i trucioli di falegnameria possono essere utilizzati nel compost? Posso mettere la lettiera degli animali domestici nel compost?

Come vengono infettati i gatti?

  • Residui vegetali dell’orto
  • Scarti di potatura adeguatamente sminuzzati
  • Carta e cartone puliti
  • Fogliame
  • Residui di umido della cucina

Quando mettete resti dei pasti, prodotti del latte o alimenti andati a male, fate un buco nel compost e interrateli sotto 15-20 cm.

Che significato si deve dare alla presenza di moscerini sul compost? Di solito, tutti questi animaletti “scompaiono” quando il compost é maturo perché per loro non c’è é più nulla da mangiare. Non ci sono pericoli in quanto sono larve di mosche le quali, attratte dagli odori di materiali in decomposizione, hanno depositato le loro uova nel compost. Comunque, la nostra esperienza è che quando il compost è abbastanza maturo ed il cumulo è frequentemente mescolato, le formiche preferiscono andare altrove. Quali sono le quantità ottimali d’integratori da aggiungere al compost? Si consiglia, nel frattempo, di utilizzarli come materiali di drenaggio e come strutturanti per favorire l’areazione del cumulo, dopo averli recuperati nella fase di setacciatura del compost maturo. I gusci di noci e noccioline possono essere inseriti nel compost con la funzione di materiale strutturante, per facilitare l’aereazione del cumulo. Dopo un ciclo completo di compostaggio questi gusti diventano fragili e possono essere integrati nel compost. Come si può correggere il tasso di umidità del compost?

Come possono essere prevenuti?

  • Inizio allevamento con inseminazione;
  • Alimentazione regolare tre volte al mese;
  • Divisione delle lettiere ogni tre mesi circa;
  • Raccolta humus una/due volte l’anno.

Se il compost è troppo umido, rivoltate il cumulo per mescolare le parti esteriori più secche con le parti più umide.

Pertanto l’aggiunta di questo prodotto al compost permette di intervenire rapidamente e con basso impatto ambientale nel caso di presenza eccessiva d’acqua nel cumulo ed inevitabile produzione di cattivi odori. L’adulto deponte le uova nel terreno, predilige i terreni fertili e quindi il compost è un habitat invitante per lui. Grazie a questo tipo di struttura, infatti, oltre a produrre un compost perfetto contribuirete all’allevamento dei lombrichi, animaletti utilissimi in natura. Per costruirla, innanzitutto, scegliete tre contenitori opachi dotati di coperchio: la dimensione andrà scelta in base alla quantità di compost che vorrete ottenere. Fra quelli azotati invece dovrete aggiungere un po’ di terreno e di compost maturo. Il cosiddetto sistema di compostaggio o “vermicompost”, consente di smaltire velocemente i rifiuti organici, producendo compost di alta qualità e fertilizzante liquido. Parte 2 1 Il bedding è l’habitat naturale per i vermi, questo farà in modo che possano moltiplicarsi nel contenitore del compost. 2 Ci sono diverse varietà di vermi che vengono allevati e venduti per il cosiddetto “vermicompost”: non metterti a scavare in cerca di lombrichi nel giardino. Tieni presente che non sarai in grado di salvare tutti i vermi durante la raccolta del compost.

I vermi Compost: attori!

A questo proposito ho costruito 2 compostiere perchè con una sola il compost non è mai pronto.

Mi regolo che in una di queste travaso del compost quasi formato e lo lascio maturare mentre nell’altra compostiera continuo a versare gli scarti di verdura frutta uova e caffé. Questi infatti sono prima decomposti chimicamente da un’azione batterica, e solo successivamente vengono decomposti anche meccanicamente dall’azione dei lombrichi.    E’ molto importante accertarsi che tipo di larva ha colonizzato il nostro compost. rinominato speedy gonzales I vermi possono essere divisi in tre gruppi: i vermi del compost, i lombrichi e i vermi endogeni che vivono nella terra. Quando parliamo di sostanza organica, ci riferiamo soprattutto a dei rifiuti organici, quelli che normalmente utilizziamo per fare il compost domestico. Ebbene, con i lombrichi altro non si fa che migliorare ed accelerare il processo di produzione del compost. Non è quindi possibile utilizzare lo strato superficiale del compost, bensì quello più maturo. Per recuperarlo basta rivoltare il compost periodicamente, come si è soliti fare, ed utilizzare la parte più degradata. Il compost è il prodotto finale della decomposizione di un cumulo di sostanze organiche preparato secondo regole molto precise.

I vermi del compost

Il grado di umidità ottimale del compost equivale a quello di una spugna strizzata.

Si deve però tener presente che non si può gettare nel compost ogni cosa che capita sotto mano senza una scelta opportuna e in quantità illimitata. Nel cumulo del compost deve esistere un calore umido. Ma in una stagione o due al massimo il compost dovrebbe essere maturo: si sbriciola facilmente senza compattamenti. Possono essere usati anche i sili di rete metallica ma il compost si essiccherà leggermente in corrispondenza della superficie esterna. La decomposizione, fenomeno che sta alla base del compostaggio, rappresenta un momento di passaggio attraverso il quale le sostanze organiche subiscono uno sgretolamento prima di trasformarsi in compost. Il lavoro di mescolamento va fatto solo con il nuovo materiale aggiunto.Se il compostaggio viene condotto correttamente dopo 4-6 mesi il compost è grezzo e può essere utilizzato. Molti altri nutrienti come il fosforo, il potassio, lo zolfo ed il manganese sono disponibili in quantità maggiore nel vermi-compost piuttosto che nel compost (Atieh et al.