Bruco verde che mangia il basilico

Posted on

Quest’anno il mio basilico era il migliore di sempre, posso assicurarvi che alcune foglie superavano i 12 cm di lunghezza per 6 cm di larghezza, insomma un capolavoro.

Poi sono arrivati i bruchi verdi e in due settimane me lo hanno divorato praticamente tutto, si salvano solo due piante anche se ho dovuto ridimensionarle. Jonathan vi spiega quali usare in QUESTO VIDEO>> 2- A volte basta lavare le foglie delle piante infestate con dei rimedi naturali. Scoprite il perchè guardando il VIDEO>> 4- Liberarsi delle lumache non è semplice, ma se volete mantenere in vita le vostre piante senza buchi le dovete eliminare! Producono anche danni indiretti: sono capaci di trasmettere moltissimi virus nutrendosi di piante infette prima e passando poi a quelle sane. Per prevenire possiamo avere in terrazzo o in giardino alcune piante di basilico o prezzemolo il cui odore infastidisce molto i temibili afidi. Se il giardino o i vasi ne sono invece pieni, dobbiamo “condire” le nostre piante con una soluzione di acqua e pepe, che risulta essere un ottimo repellente. I danni sono causati dalle femmine che con i loro stiletti perforano i tessuti delle piante e restano attaccate alla pianta nutrendosi dei succhi vegetali, ricchi di zuccheri. Il risultato è che la pianta si indebolisce perché le foglie sono appiccicose per la loro secrezione, ingialliscono e cadono, mentre i rami diventano secchi. In uno ho piantato la menta, nell’altro il basilico… Piano piano sono cresciuti, il basilico con molta più fatica devo dire.

Verme verde sulle foglie del limone il verme era insetticida

  • Piantare aneto, prezzemolo e finocchio in più per nutrire le farfalle è un altro modo per essere sicuro che ne crescano abbastanza sia per te che per i bruchi.

Solo gli stecchetti della pianta: di verde nulla più.

Dispiaciuta e abbastanza incazzata guardo meglio nelle foglie (rimaste) di basilico e cosa ci vedo? Ecco una foto dello screanzato: state molto attenti voi che coltivate queste preziose piantine, scrutate nelle verdi foglie, potrebbe nascondersi dentro sto killer stupratore di odori da cucina. C’è modo per avere invece un basilico all’altezza delle nostre aspettative? La seconda cosa da sapere per avere un basilico pieno di foglie è che non dobbiamo lasciare che fiorisca. Tutte le energie della pianta quindi andranno alla cura e alla crescita della nuova “prole”, i semini, a scapito delle foglie! Ogni stelo di basilico in buona salute fa fiori: si presentano come spighette di fiorellini bianchi. Niente di più sbagliato: il basilico si taglia dalle punte, appena sopra una delle sue biforcazioni, più o meno ad un terzo della sua altezza. Le larve di nottue e altri lepidotteri sono parassiti che possono colpire le piante di basilico e sono voraci nel defogliare la pianta. Se vuoi invece intervenire con un prodotto ovviamente evita tutti gli insetticidi chimici, visto che l’insetticida finirebbe sulle foglie di basilico, avvelenandole.

Il basilico è una delle piante più amate ed utilizzate dagli italiani: ecco come proteggerla dai parassiti

  • Praticare le colture associate o mettere insieme diverse piante in un settore è un altro modo per confondere gli insetti predatori.

Parassiti e muffe sono nemici molto ricorrenti del basilico.

I parassiti o animali nocivi delle piante sono tra i problemi più fastidiosi e difficili da risolvere nella coltivazione indoor, è quindi consigliabile prevenire eventuali infestazioni. In questo articolo parleremo di come prevenire ed eliminare i parassiti della famiglia dei bruchi. Alcuni bruchi si nutrono delle foglie, altri si nutrono del midollo e si spingono all’interno del gambo dove i tessuti sono più morbidi. In genere i bruchi sono dello stesso colore delle foglie, quindi risulta difficile l’individuazione. Il colore e la dimensioni di questi bruchi varia in base al tipo di bruco: I bruchi si nutrono sia di foglie sia di gambi morbidi. Questi batteri debilitano i bruchi ed altri animali nocivi per le piante, ma sono inoffensivi per l’uomo e gli animali domestici. Per riuscire a rimuoverlo, i medici hanno utilizzato una foglia di basilico per attirare il verme fuori dall’occhio. Per potere eliminare i bruchi dal tuo giardino, dovrai prima capire di quale tipo di bruco si tratti, in quanto alcuni devono essere spostati, anziché uccisi. I giardinieri sono in grado di riconoscere questa creatura dalle sue strisce bianche e gialle, oltre che dal suo aspetto esterno grasso e di colore verde brillante.

Le proprietà dei cetrioli sono numerose: questi ortaggi rinfrescanti sono molto utilizzati nella cucina estiva ma anche per ricette di bellezza. Scopriamo i suoi benefici e come utilizzarlo.

  • 75 g di spicchi d’aglio triturati
  • 10 l acqua bollente
  • spruzzino

Fai delle verifiche sulle foglie durante tutta la stagione di crescita della pianta per monitorare la presenza di uova, indipendentemente da quale tipo di bruco possa essere.

In ogni caso è importante eliminare immediatamente le parti della pianta infestate, tagliando le foglie che sono state attaccate dal parassita e allontanando quelle che sono già cadute. Ricordate, inoltre, che alcuni tipi di insetti, tra cui le coccinelle, sono predatori di questi parassiti e potrebbe essere utile incoraggiare la loro presenza. Anche del cartone impregnado di vischio alla base della pianta può essere efficace, perché blocca la risalita dell’oziorrinco durante la notte e lo intrappola. L’insetto è un piccolo Dittero di colore giallo nerastro, mentre le larve, che vivono al’interno delle foglie, sono giallo-aranciate. I lepidotteri sono parassiti delle foglie che in primavera volano in cielo, ma che sotto forma di farfalle, non sono pericolosi. Nel primo caso si possono utilizzare speciali bruchi per attaccare le larve, oppure di batteri che eliminano questi parassiti (ad esempio prodotti a base di Bacillus thuringiensis). Trovo questo bel signore tutto vestito di verde, che si mangiava tranquillamente le foglie della mia piantina adorata. Nei giorni successivi, gli ho dato qualcuna delle foglie più bruttine della pianta, e anche di altre piante, per fare un pò di esperimenti e capire. Riconoscimento: questi piccoli bruchi verdi striati di bianco adorano solo i broccoli, il ravizzone, il cavolo rapa, i ravanelli, le rape, i piselli, il cavolo e le piante di cavolfiore.

Bruco verde che mangia il basilico

La segatura può essere spruzzata sopra le foglie per respingere i bruchi di geometride come anche i bruchi della pianta di cavolo importati.

Se si spruzza della farina di grano o farina di segale sopra le piante di cavolo, i bruchi la mangeranno e molto presto moriranno. Se si sistemano delle foglie di geranio sopra le piante di cavolo, si elimineranno un numero consistente d’insetti nocivi, compreso il bruco di geometride. Se si pianta una qualsiasi di queste piante vicino alla pianta di cavolo non si avrà un problema con i bruchi di geometride. Informazioni generali: questi bruchi sono conosciuti anche con il nome di bruco da frutta del pomodoro oppure antonimi del cotone. Ci sono molte varietà di piante che possono essere piantate e che i bruchi neanche guarderanno. Segni di riconoscimento: esistono molti tipi di queste larve ed il loro colore varia dal verde al bianco, al marrone e persino al nero. Centinaia di anni fa le infestazioni di queste larve, erano risolte sistemando delle foglie di hickory e noce intorno ai gambi delle piante. S si sistema una striscia di carta vetrata o di ciottolo catramati intorno alla base della pianta come un collare, si bloccheranno queste larve dal fare il loro lavoro. Si può uscire durante la notte e trovare questi insetti nocivi con una torcia elettrica ed andare a ricercarli mentre biascicano sopra le foglie della pianta.

Ci possono essere fino a 300 bruchi dentro una singola rete e possono spostare tutte le foglie sopra un albero in un periodo di tempo molto breve.

Questi vermi attaccano gli alberi da frutta della mela e delle fragole e mangiano sopra le loro foglie, legandole insieme con la seta. Sono dei grossi bruchi di colore verde ed alcune volte sono screziati. Segni di riconoscimento: questi sono dei bruchi grigi lunghi 2 pollici con de piccoli ciuffi di capelli di colore marrone e giallo che si estendono dai loro fianchi. Questo minuscolo bruco verde ha una lunghezza di circa mezzo pollice ed è coperto di aculei. Deporranno le loro uova sopra la superficie delle foglie oppure di sotto assomigliando a dischi di colore crema. Questi sono dei bruchi lunghi 4 pollici verdi con le strisce bianche e si cibano di pomodori, patate, peperoni dolci e melanzane. Spruzzando del Bt sopra le foglie sarà anche di aiuto così come piantare delle erbe del profumo forte. Se si pianta del basilico, della borragine o delle margherite gialle intorno al proprio giardino non si avrà mai un problema con gli emitteri con le corna del pomodoro. Se intorno sono presenti degli uccelli, essi ci daranno una mano e l’aspetto spaventoso dei bruchi non creerà loro un problema.