Come avviene la trasmissione della malattia del sonno?

Posted on

Trypanosoma brucei (il protagonista), la mosca tsè-tsè (l’ “untore”), la malattia del sonno (la piaga): chiunque ne ha sentito parlare almeno una volta..

Trypanosoma brucei è un protozoo flagellato parassita dell’uomo, appartenente alla classe Kinetoplastea, causa della tripanosomiasi africana, nota anche come malattia del sonno. La malattia dovuta all’infezione di Trypanosoma brucei è la famosa malattia del sonno o tripanosomiasi africana. La malattia di Chagas, la Leishmaniosi e la malattia del sonno, hanno sintomi diversi, ma sono causate da parassiti chiamati “kinetoplastea” - un tipo di organismo unicellulare. 10 agosto 2016 Diventa fan di Tiscali su Facebook La Tripanosomiasi (o malattia del sonno) è La tripanosomiasi africana o malattia del sonno è una malattia causata da un parassita della specie Tripanosoma brucei, che può colpire gli esseri umani in due forme differenti. Il parassita entra nell’organismo umano attraverso il morso della mosca tse-tse, molto diffusa nelle aree rurali dell’Africa. Dopo un lungo studio sui protozoi responsabili della malattia, hanno trovato un enzima che non è presente negli esseri umani o in altri vertebrati. Potrebbe essere la causa della tripanosomiasi africana o malattia del sonno. della malattia del sonno (Trypanosoma

La tripanosomiasi africana o malattia del sonno, è una parassitosi che colpisce sia gli esseri umani che gli animali. Scoperta la causa in un enzima.

  • Alterazioni dell’umore
  • Ansia
  • Apatia
  • Cachessia
  • Debolezza
  • Incapacità di alzarsi e di alimentarsi da soli
  • Mal di testa
  • Sonnolenza incontrollabile (da qui il nome “malattia del sonno”)
  • Sudorazione

La mosca tse tse, nome scientifico Glossina morsitans, è un insetto tristemente noto per la malattia del sonno.

Questa malattia ogni anno provoca circa 10.000 decessi nel mondo. Negli esseri umani e negli animali provoca la malattia del sonno o Tripanosomiasi africana. La malattia del sonno è provocata da un parassita della specie Trypanosoma brucei. La mosca tse tse diventa quindi un importante vettore di questa pericolosa malattia. Nel periodo seguente ha inizio la seconda fase della malattia con stato confusionale, torpore, profonda sonnolenza fino al coma ed alla morte. L’agente patogeno della malattia del sonno è il . Ad oggi non esiste purtroppo un vaccino che possa ostacolare la diffusione della malattia del sonno. La malattia del sonno (tripanosomiasi africana) tiene in scacco i ricercatori da decenni, con il suo andamento altalenante. Su alcuni campioni di pelle di persone che risultavano negative alla malattia del sonno, MacLeod ha comunque rilevato tracce del parassita responsabile.

Quali sono le cause della malattia del sonno?

  • Dolori articolari
  • Febbre intermittente
  • Gonfiore in prossimità del morso della mosca
  • Ingrossamento (abnorme) dei linfonodi del collo
  • Prurito

L’ipotesi dunque è che la pelle costituisca una riserva asintomatica di potenziali parassiti responsabili della tripanosomiasi, e che come tale vada indagata quando si fanno screening sulla malattia.

Sono due le forme di tripanosmiasi: quella americana, detta anche malattia di Chagas, e quella africana, conosciuta appunto come malattia del sonno. Diverso invece (e più complicato) è l’intervento da adottare nella fase avanzata della malattia, quando è stato già attaccato il sistema nervoso centrale. A partire dal 2005 sono stati segnalati ampi focolai della malattia dell’area dell’Oceano Indiano . La mosca tze-tze trasmette i protozoi che causano la malattia del sonno o tripanosomiasi africana, malattia presente in africa subsahariana. Una ricerca che ha rivelato aspetti inattesi della biologia dell’insetto, e che potrebbero contribuire ad alleviare la piaga della malattia del sonno (tripanosomiasi), trasmessa dall’insetto tramite un parassita. La codificazione del genoma potrà fornire, secondo gli studiosi, nuovi mezzi per combattere la malattia: è stato scoperto ad esempio che la produzione del latte della mosca è regolata da . TRIPANOSOMIASI AFRICANA( malattia del sonno ) Agente infettivo: Si tratta di una malattia sistemica dovuta ad un protozoo, il TRYPANOSOMA BRUCEI GAMBIENSE e/o il TRYPANOSOMA BRUCEI RHODESIENSE, entrambi emoflagellati. Al genere Tripanosoma appartengono le specie responsabili della tripanosmiasi africana (Tripanosoma brucel gambiense e Tripanosoma brucel rhodesiensis) e causano la malattia del sonno trasmessa da parte della mosca tse-tse. Bianca Buser fecit Descrizione: la Tripanosomiasi Africana, conosciuta anche come malattia del sonno, è una infezione subacuta severa, che può essere fatale se non viene trattata.

Come si manifesta la malattia del sonno?

  • Tripanosoma brucei rhodesiense
  • Tripanosoma brucei gambiens

La malattia del sonno provoca annualmente poche vittime, ma i rischi di epidemie suggeriscono una continua monitorizzazione della malattia e l’utilizzo costante di misure di controllo e prevenzione.

-   La Pentamidina per esempio non è efficace nel tardo livello della malattia, anzi, alcuni parassiti sono resistenti alla stessa. -    Il Melarsoprolo un derivato dell’Arsenico, farmaco sviluppato ormai più di 50 anni fa, viene usato nella tarda fase della malattia, ma spesso produce seri e a volte fatali effetti secondari. Data ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 2013 La malattia del sonno, nota anche come tripanosomiasi africana, è una malattia parassitaria causata dalla mosca tze-tze che appartiene al genere Glossina. [” La malattia del sonno è un’infezione parassitaria trasmessa all’uomo mediante la puntura di una mosca tze-tze infetta. \r”, “ La malattia del sonno è causata da un parassita protozoo flagellato, il Trypanosoma brucei. Questo parassita viene inoculato nell’uomo mediante la puntura della mosca tze-tze (genere Glossina). Il secondo tipo, invece, è molto diffuso nell’Africa Occidentale e Centrale ed è denominato anche malattia del sonno cronica. \r”, “ Nella forma dell’Africa centro-occidentale, la malattia del sonno tende a manifestarsi già dopo 1-2 settimane dalla puntura infettante. \r”, “ L’unico modo per poter prevenire la malattia del sonno è quello di adottare delle misure di protezione dalle punture di insetti.

Come avviene la trasmissione della malattia del sonno?

Malattia del sonno e mosca tze tze.

A sentirne parole, vien da dire che il sonno non può uccidere, mentre la mosca tze tze sembra uscita da una filastrocca per bambini. La malattia del sonno (o tripanosomiasi africana) è un’infezione parassitaria trasmessa all’uomo mediante la puntura di una mosca tse-tse infetta. La malattia del sonno è causata da un parassita protozoo flagellato, il Trypanosoma brucei: Diagnosi La malattia del sonno, che può colpire indistintamente l’uomo ed alcuni animali, costituisce un grave problema sanitario, tanto da collocarsi al terzo posto dopo l’AIDS e la diarrea grave. La malattia del sonno deve il suo curioso nome ai tipici sintomi che si manifestano dopo l’infezione: letargia, cachessia, apatia, incapacità di alzarsi e di alimentarsi da soli. La malattia del sonno è endemica in 36 o 37 Paesi dell’Africa equatoriale. La malattia del sonno è causata da un’infezione parassitaria sostenuta dal Trypanosoma brucei (da qui l’appellativo “tripanosomiasi”), un protozoo dotato di flagello. La malattia del sonno può essere trasmessa anche secondo altre differenti modalità: I sintomi della malattia del sonno possono essere distinti in due fasi differenti. Durante l’esame fisico, un paziente colpito dalla malattia del sonno può presentare segni di un’infiammazione del cervello e delle meningi (meningoencefalite).

Come viene diagnosticata la malattia del sonno?

Tra questi si ricordano: I farmaci utilizzati per la cura della fase neurologica della malattia del sonno presentano invece una tossicità piuttosto elevata.

I principi attivi più utilizzati sono: L’arma più efficace contro la malattia del sonno è la prevenzione.