Che aspetto hanno? Ecco come sono fatte le formiche che attaccano le nostre piante

Posted on

Le rose sono delle piante discretamente resistenti a funghi e parassiti anche se hanno delle infestazioni abbastanza frequenti contro le quali si può però porre rimedio.

Gli afidi sono degli insetti che possono presentarsi in diverse forme e colori: possono essere più o meno grandi e neri, verdi o rosa. A volte, lavare le foglie della pianta con soluzioni naturali aiuta a tener lontani i parassiti; anche gli insetti a volte sono benefici per la pianta. Pulci delle foglie: sono piccoli insetti a forma di cuneo solitamente verdi, gialli o bianchi. Sono molto simili alle mosche comuni nella forma e depongono molte uova che si sviluppano in larve e si nutrono degli steli e delle radici delle piante masticandoli o scavandoli. Questi vermi si nutrono prolificamente dei piccoli filamenti fibrosi delle radici e lasciano la pianta suscettibile a funghi radicali e, eventualmente, anche a malattie. Conclusioni Ci sono molti tipi di funghi, malattie ed insetti che possono compromettere la salute delle nostre piante e che possono creare problemi alla completa maturazione. Anche la pianta più sana e rigogliosa può essere vittima di malattie provocate da parassiti animali o vegetali: funghi, virus, batteri, acari, vermi, talpe lumache ecc. – MALATTIA DA REIMPIANTO DELLE ROSE- questa malattia colpisce una nuova pianta di rosa posizionata al posto di una vecchia pianta di rosa. L’insetto adulto si nutre delle foglie della pianta, mentre le larve, che fuoriescono da uova deposte sempre nella parte fogliare, penetrano nel terreno per nutrirsi delle radici.

Altri Metodi Naturali per Eliminare Insetti e Parassiti dalle Piante

  • Le piante possono essere colpite da numerosi parassiti, tra cui afidi, acari e cocciniglie. La pericolosità dei parassi visita : pidocchi delle piante

Questi insetti mangiano alcuni insetti che possono essere nocivi per le nostre piantine, soprattutto quando sono larve, per questo possono tener pulito il terreno e evitare altri danni alle verdure.

L’insetto è un piccolo Dittero di colore giallo nerastro, mentre le larve, che vivono al’interno delle foglie, sono giallo-aranciate. Contro questi insetti è molto importante intervenire tempestivamente e chimicamente, con prodotti larvicidi ad azione endoterapica, che uccidono le larve all’interno delle mine. 2 Questo è una grave malattia che può colpire qualunque tipo di pianta che ha le radici sotto la superficie e può facilmente uccidere la pianta. In genere colonizzano in gran numero le parti giovani delle piante, i germogli e le foglie; esistono anche specie che infestano le radici, causando grave danno alle piante. Gli errori comuni durante la cura Come ogni pianta vivente, i Bonsai possono essere infettati da qualsiasi tipo di parassita malattia. Importante è anche raccogliere le foglie cadute a terra ed effettuare le lavorazioni invernali di vangatura con interramento del concime alla base della pianta eliminando così le larve svernanti. Le larve si sviluppano nel terreno, sulle radici, alla base delle piante, nel sottobosco poco curato. Si tratta di vegetali che apparentemente vivono una vita “normale”; sono verdi e quindi effettuano la fotosintesi ed hanno radici simili a quelle di altre specie. Tra i parassiti vegetali più fastidiosi non possiamo dimenticare gli afidi, minuscoli insetti appartenenti alla famiglia degli afidoidei e chiamati anche “pidocchi delle piante”.

Solanum - Solanum spp. Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

  • larve di ditteri sirfidi e cecidomidi
  • larve di neurotteri crisopidi
  • antocoridi
  • vari uccelli, come le cince, le capinere, le rondini

La pianta colpita dal ragnetto rosso appare ricoperta da una sottile ragnatela, le foglie possono ingiallire e sviluppare delle malformazioni o degli indurimenti tissutali chiamati “galle”.

I funghi parassiti delle piante sono degli ascomiceti in grado di provocare malattie quali il mal bianco, la muffa grigia, la ticchiolatura, il cancro, la ruggine e la peronospora. I fiori, che sono la parte della pianta che viene maggiormente apprezzata, hanno colorazioni che vanno dal bianco al rosa, e variano a seconda della specie coltivata. Le larve degli scarabei vivono nel terreno o nello sterco, che rappresenta anche una fonte di nutrimento per molti di questi insetti che sono chiamati anche stercorari. Pericolose sono, invece, le larve, che vivono nel terreno e si nutrono delle radici vegetali. I crisomelidi adulti e le larve sono esclusivamente fitofagi e si nutrono delle parti aeree e tenere delle piante ( fiori, germogli, foglie, ecc.) Se le uova si schiudono sotto il terreno, le larve si nutriranno delle radici portando all’essiccamento della pianta e alla sua morte. I maggiolini sono altri fastidiosi coleotteri, le larve stanno nel terreno e si nutrono delle radici delle piante da orto e da vaso. Ci sono molti tipi di funghi, malattie ed insetti che possono compromettere la salute delle nostre piante e che possono creare problemi alla completa maturazione. Quando colpiscono: in assenza di piante ospiti, durante l’inverno, dei nematodi si trovano solo larve e uova nel terreno o in radici indecomposte.

Scefflera - Scefflera spp. Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

  • Le cocciniglie sono dei rincoti, come gli afidi; questi insetti perforano la lamina fogliare o dei fusti giovani e si nu visita : parassiti del limone

Si tratta di insetti appartenenti alla nutrita famiglia dei coleotteri, ovvero gli scarafaggi, che amano nutrirsi anche delle foglie e dei fiori delle nostre piante.

Mentre le larve sono molto voraci e possono nutrirsi sia di altri insetti e piccoli animali, come bruchi e lumache, che di sostanze vegetali. Succhiano la linfa perforando foglie, germogli e rametti, ed in questo modo spesso rappresentano per le piante un pericoloso veicolo di malattie di vario tipo, anche mortali. Gli esemplari adulti e le larve si nutrono del margine superiore e inferiore delle foglie e dei germogli della pianta colpita. Sulla rosa come sulle altre piante il ragnetto rosso attacca la pagina inferiore delle foglie succhiando la linfa. Le anguillule sono vermi microscopici che vivono nei tessuti malati delle piante, sono tossici e se non eliminati tempestivamente portano alla morte della pianta. La nottura e la tringola sono larve che attaccano tutti gli organi aerei della pianta, il danno si manifesta sulle foglie, fiori e frutti. Tra i più comuni: Gli afidi sono insetti minuscoli chiamati anche pidocchi delle piante. Particolari parassiti sono i nematodi, microscopici vermi cilindrici che vivono nel terreno e che si nutrono delle radici delle piante, agendo talvolta anche da vettori di malattie di tipo virale. Iniziamo sottolineando che gli insetti parassiti delle piante (afidi, tripidi, acari…) sono molto più facili da gestire rispetto alle malattie delle piante (muffe, funghi, virus…).

Che aspetto hanno? Ecco come sono fatte le formiche che attaccano le nostre piante

Come si manifestano: le larve vivono per tre anni nel terreno, durante i quali nella bella stagione si nutrono delle radici.

E fanno il loro show, questo è certo: stupendi fiori a campana rosa, bianchi o di un fiammante rosso fuoco, con quelle lucide foglie verde intenso, attirano subito lo sguardo. L’afide della rosa vive in colonie e attacca di solito giovani foglie e germogli e i boccioli dei fiori ancora in formazione. Jonathan vi spiega quali usare in QUESTO VIDEO>> 2- A volte basta lavare le foglie delle piante infestate con dei rimedi naturali. Anche le malattie delle foglie di oleandro causate da parassiti animali, possono essere estremamente dannose per lo sviluppo e la salute della pianta. Tra i parassiti più comuni, oltre agli immancabili afidi verdi, quelli che più di sovente attaccano queste piante sono conosciuti come argidi delle rose. Tuttavia le malattie delle rose che possono insediare la loro salute sono numerose, sia per causa degli insetti che per causa dei funghi. Oltre alla classica morte delle piante, gli effetti dannosi che portano sempre alla perdita di intere colture riguardano la trasmissione di virus e batteri all’interno delle foglie. Anche le larve dell’oziorrinco vivono all’oscuro, esse restano nel terreno e si nutrono delle radici e di bulbi fino a 4 anni. I fusti verdi sono l’unica cosa che ci dicono che la pianta è ancora viva, mentre una sottile ragnatela si forma tra le foglie avvizzite.

Aiuto! Piccoli insetti neri stanno mangiando le foglie del sedano e del prezzemolo!