Insetti nell’orto e in giardino: piante repellenti più efficaci

Posted on

Si notano gallerie o fori profondi nelle foglie e nei gambi di sedano, delle margherite, dei lillà e di altre piante del giardino e dell’orto.

Le larve di questo dittero si nutrono degli organi vegetali (radici, fusti, foglie) nel cui interno vivono e si sviluppano. In genere colonizzano in gran numero le parti giovani delle piante, i germogli e le foglie; esistono anche specie che infestano le radici, causando grave danno alle piante. Sono proprio le larve che divorano le foglie delle piante causando immensi danni qualitativi e produttivi. Tra le vittime catturate da questi insetti, oltre ad altri insetti, ci sono anche piccoli vertebrati come lucertole, ranocchi, e giovani uccelli ma anche animali della loro stessa specie. Afidi o pidocchi Sono larve di imenotteri di colore bianco o giallo, che mangiano foglie, fiori o giovani frutti. Il susino europeo ha foglie ovali di color verde scuro e piuttosto spesse con la pagina inferiore leggermente pelosa, i fiori, che spuntano prima delle foglie sono bianchi. Molti insetti come le coccinelle o i lombrichi sono i benvenuti, perché ci danno una mano nel creare un ambiente favorevole allo sviluppo delle piante e quindi delle verdure. Andiamo a vedere quali sono gli insetti e le larve nocivi per l’orto e come si possono combattere in orticultura biologica. Sono degli insetti molto piccoli che succhiano la linfa dalle piante dell’orto.

Eliminare Insetti e Parassiti dalle Piante con Prodotti Chimici

  • I coleotteri sono un genere di insetti comprendente più di 350 mila specie raggruppate in più di 150 famiglie e in oltre visita : coleottero verde

I maggiolini sono altri fastidiosi coleotteri, le larve stanno nel terreno e si nutrono delle radici delle piante da orto e da vaso.

Questi insetti vengono conosciuti anche come pidocchi delle piante, per via delle loro dimensioni ridottissime e del loro colore, che li rende facilmente mimetizzabili con le foglie. Questi estratti possono anche essere aggiunti direttamente nel compost delle piante, venendo assimilati dalle radici come una normale sostanza nutritiva e trasportati in tutte le parti della pianta. Sono molto simili alle mosche comuni nella forma e depongono molte uova che si sviluppano in larve e si nutrono degli steli e delle radici delle piante masticandoli o scavandoli. Ci sono molti tipi di funghi, malattie ed insetti che possono compromettere la salute delle nostre piante e che possono creare problemi alla completa maturazione. La scelta del buffer può essere fatta basandosi sul tipo di pianta che viene coltivata, dal momento che piante con foglie richiedono più calcio, mentre piante da frutta più potassio. Tutti gli ambienti naturali sono mosaici di infinite varietà di piante, funghi, microorganismi, insetti, animali, etc. Hanno un apparato boccale pungente-succhiatore, attraverso il quale perforano la superficie di foglie, piccoli rami e germogli, per succhiare la linfa delle piante. A seconda delle piante colonizzate il colore può andare dal verde, al marrone, al nero fino anche al rosso. Oltre ai prodotti dell’orto attaccano anche fiori e alberi da frutto.

Tarme e parassiti possono invadere la nostra dispensa: scopri come eliminare insetti in maniera naturale utilizzando rimedi fai da te veloci, efficaci ed ecologici.

  • tra i prati la barba di becco e l’equiseto (fusti fertili);
  • piccoli cespugli che producono germogli dalle radici (asparago e pungitopo);
  • piante rampicanti o lianose: luppolo, rovo, vitalba.

Tortrici particolarmente dannose sono quelle che attaccano i piselli; questi parassiti infatti depongono le loro uova internamente ai baccelli e quando le larve sono nate divorano i semi svuotandoli.

Ne esistono due categorie principali; ci sono i bruchi che mangiano le piante e le larve di scarafaggi che attaccano gli alberi. Segni di riconoscimento: questi sono insetti molto piccoli (quasi invisibili) di colore giallo o nero che attaccano le piante ed i fiori e ne succhiano la linfa così come infettarle. Quando le piante sono attaccate dalle larve di questo parassita, si presenta un ingiallimento delle foglie e le cipolle iniziano a marcire. — È un insetticida potente, largamente usato per combattere tutti gli insetti che rodono le foglie, i fiori, le gemme e i frutti delle piante legnose ed erbacee. Questo fungo colpisce principalmente le piante indoor o in serra, dove gli insetti hanno l’opportunità di rilasciare i loro escrementi sulle foglie. Conclusioni Ci sono molti tipi di funghi, malattie ed insetti che possono compromettere la salute delle nostre piante e che possono creare problemi alla completa maturazione. Contro questi insetti è molto importante intervenire tempestivamente e chimicamente, con prodotti larvicidi ad azione endoterapica, che uccidono le larve all’interno delle mine. Sulle foglie è comunque molto facile vedere i buchetti fatti dalle larve che si cibano delle piante del nostro orto. Polifagia: le cocciniglie sono in generale insetti polifagi che attaccano varie parti di pianta (foglie, germogli, rami legnosi, frutti).

Insetti nell’orto e in giardino: piante repellenti più efficaci

  • Profusion (Zinnia angustifolia x elegans): di vari colori .
  • Star: con fiori di colore arancione, bianco o oro.
  • Crystal White cultivar: con fiori bianchi.

Gli antiparassitari naturali sono rimedi biologici per le piante che aiutano a combattere alcuni insetti infestanti come per esempio gli afidi, detti anche pidocchi.

Ecco alcuni estratti efficaci contro i parassiti delle piante: foto ideegreen.it Sono numerose le specie di parassiti che possono attaccare le vostre piante nell’orto o nel giardino. Il primo, dal dorso nero, o blu, chiazzato di giallo, si nutre delle foglie delle specie colpite, mentre le larve, che vivono sul terreno, divorano le radici. Le larve del punteruolo attaccano la corteccia dell’albero, mentre l’insetto adulto ne divora le foglie. Mantenere pulito il nostro giardino; i parassiti nocivi sono spesso attratti da mucchi di foglie, sfalci d’erba e dalla presenza delle erbe infestanti. La nottura e la tringola sono larve che attaccano tutti gli organi aerei della pianta, il danno si manifesta sulle foglie, fiori e frutti. Le foglie sono suggestive anche durante il resto dell’anno, di un verde infatti molto acceso nella parte superiore e di un colore bianco argentato invece nella parte inferiore. Queste ultime sono quelle che si nutrono delle piante rappresentando i parassiti più comuni e temuti di diverse specie vegetali agricole e da giardino. Gli esemplari adulti possono colpire piante sane, infestando fiori, frutti, foglie e nutrendosi della linfa vegetale e delle sostanze zuccherine che fuoriescono dai frutti e dai tronchi degli alberi. I crisomelidi adulti e le larve sono esclusivamente fitofagi e si nutrono delle parti aeree e tenere delle piante ( fiori, germogli, foglie, ecc.)

Orto biologico. Come attirare le coccinelle nell’orto

L’insetto adulto e le larve possono nutrirsi di foglie, fiori, semi, frutti, gemme e radici.

Le larve della mosca della frutta sono poco appariscenti, di colore bianco sporco, e sono proprio loro a causare il danno più significativo alle piante. Quando le distanze sono troppo ravvicinate, i fiori, le foglie e le parti apicali delle piante possono ingiallire o assumere tonalità marroni a causa di un’intensità luminosa eccessiva. Gli esemplari adulti e le larve si nutrono del margine superiore e inferiore delle foglie e dei germogli della pianta colpita. Nel mio giardino esposto a Sud Ovest ho un noce molto grande che da poche settimane presenta, sulle foglie, alcune formiche dalla testa rossa concentrate sulla venatura principale della foglia. Le farfalle, gli organismi adulti, non sono nocivi in quanto si nutrono di nettare dei fiori, ma depongono le uova su foglie e fusti delle piante. Le femmine del Punteruolo depongono le loro uova alla base delle foglie o dei giovani germogli, nelle ferite o nelle cicatrici presenti sulla pianta. Il Cinipide depone le uova nelle gemme della pianta, che per reazione crea delle bolle rosse su germogli, foglie e fiori. Si tratta di parassiti di colore verde o rossiccio che normalmente attaccano le foglie più tenere o i germogli. Gli insetti fitofagi, contrariamente ai parassiti, sono in grado di sopravvivere in modo autonomo ma attaccano le piante (foglie, frutti, radici, ecc.) Se al contrario trovate delle foglie “arrotolate” potreste avere a che fare con il “sigaraio”: questi insetti mangiano le gemme, le foglie ed i nuovi germogli.